Loading color scheme

  • bambini
  • ragazzi
Quanto conta la scuola
Carla Mantelli

Nelle diverse classi del liceo in cui insegno (ormai da tempo immemorabile), c’è ultimamente un fenomeno nuovo: una sensibilità formidabile riguardo ai diritti delle persone del cosiddetto mondo lgbt+. È una cosa positiva, non c’è dubbio. Ma l’insistenza con la quale ragazze e ragazzi pongono la questione mi ha costretto a farmi alcune domande. La prima domanda riguarda i luoghi nei quali la gioventù di oggi si forma: al primo posto direi che si devono mettere alcuni social come Instagram e Tik Tok.

Approfondisci
Oh, Prof! Ma lei...
Carla Mantelli

Quaranta domande e quaranta risposte su questioni che spesso ci sentiamo porre in classe. Questo ha raccolto in un bel volume dal titolo “Oh, Prof!” il nostro collega Alessandro De Luca. Le domande sono solo in apparenza semplici.  Richiederebbero infatti risposte molto approfondite e articolate che non sempre a scuola c’è la possibilità di dare, sia per il poco tempo a disposizione dell’IRC sia, soprattutto, perché la curiosità delle nostre allieve e dei nostri allievi è sincera ma impaziente, non regge risposte troppo lunghe.

Approfondisci
Genesi. Traduciamo meglio
Carla Mantelli

Nell’omelia di qualche domenica fa, il mio parroco – don Marco Uriati, non uno qualunque!  - osservava “come non riesca a diventare di pubblico dominio l’interpretazione corretta del brano della Genesi oggi proclamato; nato per affermare la parità di maschio e femmina nel disegno di Dio e divenuto spesso tramite – perfino nella traduzione – per tramandarne la disparità”. Come avrete immaginato, si tratta del secondo capitolo della Genesi, il famoso racconto “della costola”. In un recente post su “Il Regno

Approfondisci
Non avvalentesi in classe. Che fare?
Vinicio Zanoletti

Puntuale come l’inizio dell’anno arriva il problema sollevato dalla prof.ssa Carla Mantelli relativo alla gestione dei non avvalentesi (NA) alla religione cattolica. La ragione per la quale si chiede agli IdR di farsi carico dei NA è certamente, direi esclusivamente, di carattere organizzativo, anche se questa non può essere una giustificazione in quanto la legge non prevede alcun ritardo nell’attivazione del servizio per i NA.  

Approfondisci
E' ora di dire "Basta".
Carla Mantelli

Anche quest’anno, parlando con alcune colleghe, è emerso che in diverse scuole la dirigenza impone a noi IdR di tenere in classe, per parecchie settimane, avvalentesi e non. La scusa è che le scuole non sono ancora organizzate per sistemare i sempre più numerosi non avvalentesi. E tra noi c’è chi subisce, chi la prende con rassegnazione, chi si arrabbia, chi non ne può più...ma finora non si è riusciti a porre fine a questa prassi scorretta.

Approfondisci