Loading color scheme

  • bambini
We care education
Carla Mantelli

“We care education - competenze socio affettive, cognitive, etiche”. Questo il titolo del corso di aggiornamento residenziale a Loppiano al quale la sottoscritta e Daria Jacopozzi hanno partecipato nel weekend 9-11 novembre. È stata veramente una bella esperienza, molto intensa e professionalmente arricchente. Si è cercato davvero di mettere in funzione “la testa, il cuore e le mani” secondo una indicazione di Francesco citata da Piero Coda Preside dell’Istituto Universitario Sophia, organizzatore dell’iniziativa. Dopo gli interventi di quest’ultimo e di Michele De Beni (direttore del corso) le relazioni iniziali hanno affrontato l’educazione secondo il principio di realtà (Bruzzone) di responsabilità (Mortari)  di speranza (Gaudiano).

Approfondisci
Nuove competenze chiave
Carla Mantelli

Il prossimo momento di formazione per noi IdR si terrà il 22 novembre e sarà centrato sul tema delle competenze. Forse non tutti sanno che nel maggio scorso il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato una Raccomandazione relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente. Questo testo sostituisce il precedente, sullo stesso tema, risalente al 2006. Il mondo cambia e anche le competenze chiave che dobbiamo aiutare i nostri allievi e le nostre allieve ad acquisire vanno riformulate. Forse a qualcuno sembra che puntare sulle competenze equivalga a sposare una concezione riduttiva dell’educazione, per così dire “tecnicistica” e non “umanistica”.

Approfondisci
I barconi e la Shoah
Carla Mantelli

Quante discussioni sugli stranieri a scuola! Quante frasi fatte, spesso cattive, senza cognizione di causa. E senza compassione.  E nello stesso tempo quanta commozione e quanto sdegno quanto si studia la Shoah. La citazione che segue, tratta dal libro che racconta la storia del medico di Lampedusa, può forse aiutare ad avere uno sguardo più attento alla realtà. “Se i muri del poliambulatorio potessero parlare racconterebbero un libro già letto, del quale ci siamo dimenticati troppo presto.

Approfondisci
La morte e le parole
Carla Mantelli

Stamattina alle 8 sono entrata in classe e ho trovato solo una decina di ragazze. “Come mai così poche?” chiedo. “Sono in bagno. Ieri sera in un incidente stradale è morta una ragazza, amica di Roberta”. Dio mio! E gli occhi mi si riempiono di lacrime. Non so cosa dire, cosa fare...poi chiedo a una studentessa di chiamare le compagne. Tornano tutte in classe, i volti stravolti dal pianto. Vorrei solo piangere con loro, non ho niente da dire. Ma qualcosa devo dire. Sono l’insegnante. In tante mi guardano, in attesa.

Approfondisci
Ho fatto una lezione sulla fede
Carla Mantelli

Ho fatto una lezione sulla fede. Ho chiesto: “Perché, secondo voi, ci sono persone che credono in Dio?”. Molte risposte hanno ruotato attorno al concetto di “bisogno”: bisogno di protezione, di aiuto e conforto, bisogno di avere risposte alle domande difficili. Anche alcuni manuali di RC rispondono allo stesso modo. Ma noi che crediamo in Dio, davvero siamo mossi da un bisogno? Davvero la fede fornisce risposte alle domande difficili?

Approfondisci

Se vuoi intervenire nel blog o commentare un post scrivi a blog@insegnarereligione.it