Loading color scheme

  • bambini
  • ragazzi
LA LIBERTÁ NELLA REGOLA
Francesca Superchi

Martedì 19 settembre, Sua Santità Tenzin Gyatzo, XIV Dalai Lama, è stato ospite del terzo Festival delle Religioni a Firenze. Diversi incontri hanno visto il leader buddhista come relatore ma una conferenza in particolare merita, a mio parere, un’attenzione: si tratta del confronto di dialogo interreligioso, intitolato “La libertà nella regola”. Al confronto con il Dalai Lama hanno partecipato Enzo Bianchi, fondatore della Comunità monastica Ecumenica di Bose, Izzedin Elzir, Imam di Firenze e presidente dell’Unione delle Comunità islamiche in Italia e Joseph Weiler, giurista e portavoce della visione ebraica.

Approfondisci
Dialogo interreligioso e IRC
Stefania Mazzocchi

Interessante, ricca, documentata, puntuale, stimolante la relazione di Brunetto Salvarani (nella foto) alla giornata di formazione degli IdR (Insegnanti di religione) svoltasi il 7 settembre scorso. La gioia di ritrovarsi come collegio IdR è sempre grande e nasce dal riconoscersi confessanti il Kurios e quindi con-vocati a quella passione educativa dell’incontro nel volto con l’altra/o riflesso ed immagine di quell’Altro che tutti e tutte ha generato.  La conferenza di si è sviluppata su tre punti con una breve introduzione.

Approfondisci
IdR nel pluralismo religioso
Vinicio Zanoletti

La giornata dedicata alla formazione degli Idr del 7 settembre scorso è stata molto ricca di contenuti (a breve un resoconto completo) che alimenteranno un interessante confronto, che dovrà trovare di sicuro ulteriori spazi sia a livello personale che comunitario, e non necessariamente solo tra Idr.  In questo senso desidero sottolineare brevemente alcuni passaggi, a mio giudizio particolarmente significativi, sui quali continuare a “esercitare pensiero”.

Approfondisci
I vescovi ci scrivono. Un commento
Carla Mantelli

La lettera che i vescovi italiani hanno inviato a noi IdR all’inizio del nuovo anno scolastico e che l’Ufficio Scuola ci ha tempestivamente inviato, merita qualche sottolineatura. Innanzitutto dobbiamo essere riconoscenti ai nostri pastori per la fiducia che ripongono in noi, l’attenzione che dedicano alla nostra professione e agli sforzi che compiono perché venga sempre più valorizzata. Nel testo essi ribadiscono la validità del modello attuale ma esprimono anche la necessità di uno “sguardo aggiornato” che non trascura un dato che viene spesso sottovalutato.

Approfondisci
Alla ricerca di una terza via
Flavio Pajer

L’ora di religione è sotto processo. Non è una novità. Da anni si susseguono dibattiti  pro e contro l’ordinamento concordatario vigente. Dibattiti spesso inconcludenti,  a volte controproducenti, perché le barricate finiscono per cristallizzare le posizioni e trascinare nel discredito, se non nel ridicolo, un problema serio che si gioca sulla pelle di milioni di ragazzi. Solo una cifra: dalla scuola italiana escono ogni anno un milione di alunni pressoché analfabeti dal punto di vista religioso; vent’anni fa erano mezzo milione.E questo perché l’unica offerta di cultura religiosa – limitata alla sola religione cattolica - funziona tuttora, come si sa, sull’improvvido principio del “prendere o lasciare”.

Approfondisci

dal 22 Mar 2021 al 30 Apr 2021
CORSO SU AUDIOVISIVI

dal 30 Mar 2021 al 30 Giu 2021
LETTERA DEL VESCOVO ENRICO "PARMA UN'ANIMA"

Se vuoi intervenire nel blog o commentare un post scrivi a blog@insegnarereligione.it