Loading color scheme

  • bambini
  • ragazzi
L’Onnipotente nel perdono
Carla Mantelli

Il comandante del lager di Auschiwtz, responsabile di milioni di morti, dopo essere stato processato e prima di essere impiccato, chiede di confessarsi. Si fa fatica a trovare un prete disposto a farlo ma alla fine un gesuita ascolta il suo pentimento e pronuncia la solenne formula: “Ego te absolvo a peccatis tuis...”. Questa storia (vera) l’ho letta su Avvenire qualche giorno fa e l’ho riproposta in una classe terza liceo dove stavo parlando dei principi del cristianesimo protestante, tra cui i famosi “Sola Gratia” e “Sola Fides”.

Approfondisci
Dopo. Le religioni e l'aldilà
Carla Mantelli

La morte è qualcosa che accomuna ogni essere vivente ma mentre in passato essa era fonte di domande e di paure, sembra che oggi essa sia contemporaneamente spettacolarizzata e rimossa. La scienza cerca in tutti i modi di allontanare il momento della morte e qualcuno sostiene che prima o poi essa sarà vinta: grazie alle scoperte della medicina e alla tecnologia potremo vivere eternamente giovani, senza morire mai. Se questo accadesse sarebbe forse la fine definitiva delle religioni

Approfondisci
Un piccolo passo
Carla Mantelli

Dopo il Motu proprio di Francesco “Spiritus Domini” e relativa lettera di accompagnamento, nella chiesa cattolica si sono registrate due reazioni: la prima di chi gioisce di questo pur piccolo passo avanti perchè “piuttosto di niente è sempre meglio piuttosto”; la seconda di chi si è ulteriormente intristito perché nel 2021 questo piccolo passo “è troppo tardi e troppo poco”. Ma andiamo con ordine. Nei documenti usciti dal Vaticano II non si affronta il tema dei ministeri (ordine, diaconato, ordini minori...) in

Approfondisci
IRC Messaggio dei Vescovi
Presidenza CEI

Cari studenti, cari genitori, che cosa sarebbe l’arte senza la cappella Sistina di Michelangelo, la poesia senza la Divina Commedia di dante, la musica senza la Passione secondo S.Matteo si Bach, la letteratura senza i Promessi Sposi di Manzoni, l’architettura senza il Duomo di Milano, la filosofia senza Kierkegaard? Cosa sarebbe l’amore senza il Cantico dei Cantici, la dignità umana senza le parole di Gesù nei Vangeli, la felicità senza il Discorso della Montagna del vangelo di Matteo?

Approfondisci
Chiara Lubich. Una luce nella notte
Daria Jacopozzi

Aspettavo con molta curiosità, pronta anche a una delusione, la fiction su Chiara Lubich  “L'amore vince tutto” andata in onda su Rai 1 domenica 3 gennaio in questo 2021. Dichiaro subito che la mia non potrà essere un'analisi “super partes” ma di parte, poiché fin da piccola ho frequentato l'esperienza dei Focolari. Mia nonna è partita da Parma nel 1961 per raggiungere Chiara a Roma per poi spostarsi a Loppiano dove ha insegnato italiano agli stranieri per 30 anni.

Approfondisci