Loading color scheme

L'IRC AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

Carla Mantelli

Un tempo davvero strano questo. All’inizio l’abbiamo preso sottogamba, ci siamo stupiti per la chiusura delle scuole che sembrava a molti eccessiva… “come se non ci fossero mai state epidemie di influenza!” qualcuno di noi sentenziava. Poi abbiamo preso atto che la situazione era abbastanza seria ma restando in attesa di tornare velocemente alla normalità. Infine abbiamo capito. Non senza un pizzico di angoscia.

 

Nella prima settimana, in fondo, ci sentivamo in vacanza e non so chi si sia preoccupata di fare qualcosa per la scuola. Nella seconda settimana molti di noi si sono attivati. Io per esempio ho cominciato a dare indicazioni e fornire documenti attraverso il registro elettronico come se ci dovessimo rivedere la settimana successiva.

Nella terza settimana ho deciso di attivare Google Classroom in tutte le mie 18 classi. Per fortuna lo conoscevo già avendolo dovuto attivare nell’unica mia classe 3.0. Ma non è stata una passeggiata anche se, con un po’ di testardaggine e le consulenze delle mie formidabili e pazienti colleghe, ce l’ho fatta. Ho assegnato compiti per ogni classe e ora me li stanno riconsegnando per la correzione. Per noi IdR delle superiori, che non diamo mai compiti a casa, si tratta di cambiare decisamente approccio anche se di compiuti ne assegniamo sempre, ancorché da svolgere in classe. Almeno, questo è il mio caso.

In diversi Consigli di classe le lezioni stanno procedendo anche attraverso Google Meet ma io per il momento ho deciso di non utilizzarlo perché il coordinamento delle varie videolezioni è complesso e ho deciso di lasciare spazio a colleghe e colleghi con discipline che… sono più importanti? Dobbiamo dire tristemente così? Dal punto di vista giuridico sono sicuramente più importanti visto che rimediare insufficienze in quelle discipline può portare alla sospensione del giudizio o alla bocciatura. Dal punto di vista educativo penso che la nostra disciplina sia importante quanto le altre, anzi, a volte di più, visti il grande spazio al dialogo, l’assenza di ansia prestazionale, la centralità dei temi di fondo per la crescita delle persone…

Però un’ombra di umiliazione c’è. Per esempio il nostro DS ha organizzato riunioni online con quasi tutti i dipartimenti ma con noi no. Forse perché considera irrilevante il nostro contributo?

Mah. Vedremo cosa succederà nelle imminenti riunioni dei Consigli di classe che immagino svolgeremo in video conferenza.    

Se qualcuno volesse condividere pensieri e/o esperienze didattiche di questi giorni scriva al Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Si pubblica tutto!

E comunque… buon lavoro!

Lascia i tuoi commenti

Commenti

  • Ospite

    La nostra disciplina è importante nella misura in cui noi docenti riusciamo con tutto noi stesse e la nostra fede a renderla veicolo di comunicazione per tutti. Non sempre è possibile, In questo periodo riconosco tutti i miei limiti.

Nessun evento

Se vuoi intervenire nel blog o commentare un post scrivi a blog@insegnarereligione.it